Linda

 

.. le unghie .. 

 

.. e come accade per tante altre cose ci stupiamo di ritrovarci senza una parola di partenza per spiegare, o raccontare di un qualcosa che da sempre viviamo.

 

Ebbene, in un veloce silenzio mi viene in mente una foto dei miei 5 anni in cui me stavo serena a sfogliare un giornalino di fumetti su di una poltroncina da mare .. e le unghie di mani e piedi già erano rosse, come mamma. J

 

 linda a1(qui ho 3 anni)

 

Non credo che mi venissero tinte le unghie periodicamente, ma essendo nata negli anni ottanta e per di più con una buona dose di creatività addosso, prima di darmi alla cura del viso e del trucco (cosa avvenuta negli anni delle scuole superiori fino ad oggi), le unghie sono state il mio primo riferimento estetico, ed anche un po’ inconscio.

 

Mi piacevano i colori per prima cosa.

Le unghie delle mani hanno preso ad allungarsi con criterio dall’ultimo anno delle scuole medie in poi.

 

 linda a3(ecco le mie unghie da adolescente)

 

Credo di essere stata la prima fra le mie amiche a portarle lunghe, squadrate e di colori diversi almeno una volta ogni 15 giorni, e lo ricordo benissimo, lo stimolo in più mi venne quando riuscii a trovare dei colori NON PERLATI come andavano allora, ma  LACCATI.

L’acquisto azzardato lo feci a Rimini: nero, verde pino e giallo uovo. Ed in seguito trovai tutta l’altra gamma di colori coi quali tentavo anche esperimenti (vani) di miXaggi sfumati.

 

Le amiche cominciarono a seguirmi.. ..e cominciai anche a raccattare le attenzioni dei ragazzi (..oddio, a dirla tutta erano attenzioni con un po’ di sarcasmo di aurea, ma fa lo stesso).  E non solo mi piaceva avere queste unghie lunghe e colorate ma il tempo che gli dedicavo era distensivo e gratificante, forse uno dei pochi momenti in cui i problemi si fermavano lasciando il posto a pensieri leggeri e vaghi, tanto da rilassarmi appunto.

Ed associato al rito –postCena- c’erano i testi in inglese delle canzoni che leggevo cantando nell’attesa che lo smalto si asciugasse.

 

E poi son arrivati gli anni in cui i pensieri si son fatti più fitti, il viso ha preso il sopravvento, e le unghie si son fatte più corte e dai toni pastello.

 

Ed eccomi agli anni in cui ho conosciuto Laura. J

Con la sua conoscenza ho preso in considerazione la lunghezza delle unghie dei piedi (prima le smaltavo soltanto), e negli ultimi due anni ho ottenuto dei millimetri J che non avrei mai immaginato potessero appagare in modo tale !!

Mi rendo conto che rispetto alle foto delle unghie delle altre ragazze del sito sono probabilmente quella più limitata, ma… …vi propongo una dimensione ARTistica.................

 

Per cause varie le unghie delle mani non sono più riuscite ad essere lunghe come le portavo, ma devo assolutamente ammettere che quelle dei piedi sono state una rivelazione!

Nel 2004 ho scattato queste foto alle mani che rappresentano gli ultimi tempi della lunghezza (L); la forma è squadrata ed appena stondata negli angoli e lo smalto è trasparente.

 

linda a4linda a5

 

I piedi sono tutto un programma J: le dita hanno molta elasticità e le unghie da bianche/neutre e corte

 

linda a6

 

si son allungate di qualche millimetro e colorate del colore che diverrà il mio preferito: fucsia scuro.

 

linda a7linda a8linda a9linda a10

 

Nel 2005 ho cominciato con la fine dell’inverno a far riallungare le unghie dei piedi

 

linda a11

 

mentre quelle delle mani, sempre più corte hanno trovato nei colori pastello laccati i colori ideali che a volte ho variato facendomi la french perlata.

 

linda a12linda a13linda a14

 

A fine estate le unghie dei piedi avevano circa 6 mm di lunghezza in generale.

 

linda a15linda a16linda a17linda a18linda a19linda a20

 

La mia fotostoria continua alla pagina successiva (clicca il link)…

 

LINDA SECONDA PUNTATA

 

 

Per contattarmi scrivete a:

 

dewli25@hotmail.com

Lìnda

 

Torna all'indice dei contributi